CV et pourquoi suis-je MADI ?
Franco CORTESE

Né à Giovinazzo (Italie) en 1949.
Vit et travaille à Teriizzi (BA-Italie).

Red iron n.1 (2006)
acier peint
62 x 38 x 8 cm
Artistes italiens
Unfolded Iron n.9 (2006)
acier grafité
53 x 45 x 15 cm

Nato a Giovinazzo nel 1949 - Vive e lavora a Teriizzi (BA) - Italy

Diplomato in pittura presso l'Accademia delle Belle Arti di Bari. Pittore, scultore, scenografo, ha illustrato libri e manifesti pubblicitari, ha firmato e realizzato alcune scenografie tra cui: "Il Perseo e Andromeda" di Laforgue per la compagnia teatrale "La Tarumba", il "Pluto" di Aristofane e "L'Assenza" di Jean Tardieu per il gruppo teatro "Moduloesse" di cui fa parte dal 1976. Inizia nel '72 l'attività espositiva con la partecipazione a numerose rassegne d'arte, in Italia e all'estero. Da anni la ricerca geometrica è parte essenziale dell'opera che assume forme multidirezionali. Nel 2004 entra ufficialmente a far parte del Movimento Internazionale MADI Italia e partecipa a tutte le manifestazioni. Aderire alla poetica MADI è stata, ed è, per Cortese una naturale continuazione delle sue proposte plastiche caratterizzati da semplici strutture armoniche in sospensione spazio-temporale e poi come sviluppo di forme per tagli netti e andamenti curvilinei sensuali come germinazioni e libere ridefinizioni di crescita, di occupazione emblematica ed in slancio vitale dello e nello spazio. Sue opere si trovano in gallerie, musei ed enti pubblici e privati, tra i quali: "Pinacoteca Provinciale", Bari; "Forum Artis Museum", Montese (MO); "Young Museum", Revere (MN); "Museo Civico", Pietrastornina (AV); "National Art Gallery", Kuala Lumpur (Malaysia); "Museo Apertoallaperto", Olevano Romano (Roma); "Pinacoteca Comunale", Sant'Arpino (Caserta); Museo d'Arte delle Generazioni Italiane del 900' "G. Bargellini" Pieve di Cento (BO); "MACLA Museo de Arte Contemporaneo Latinoamericano", La Plata (Argentina); Istituto "Einaudi", Carrara; Museo Civico "E. Sannita", Morcone (BN); "The MADI Museum & Gallery", Dallas Texas U.S.A.; Museo d'Arte Italiana, Bengasi (Libia); Mobil Muzeum Foundation, Budapest (Ungheria), Moscow Museum of Contemporary Art - Mosca.


Diplôme de peinture de l’Ecole des Beaux-Arts de Bari (Italie).

« La première rencontre avec le mouvement MADI s’est faite à la Reggia di Portici au cours d’une exposition internationale où j’ai rencontré quelques artistes MADI: Bolivar, Carreno, Herrera, Cecere, Milo et Zangara, ainsi que le critique Maurizio Vitiello et Maria LLuisa Borras. En visitant l’exposition je me suis rendu compte que ma recherche artistique correspondait aux principes de MADI. La connaissance de ce mouvement m’a fait sentir que j’appartenais à cette tendance, tout comme les encouragements donnés par Bolivar et Borras, au vu d’un de mes catalogues, à participer à ce mouvement. »