CV et pourquoi suis-je MADI ?

Giuseppe Minoretti

Né en 1938 à Crevenna d'Erba (Como), Italie.
Vit et travaille à Arcellasco d'Erba (Como).

Comp.L.O.F. (0.226) (2006)
acrylique sur toile
95x55 cm
Artistes italiens
Comp. L.O.F. (0.233) (2007)
acrylique sur toile
76,9 x 38,7 cm

Nasce a Crevenna d’Erba il 17 agosto 1938 vive e opera ad Arcellasco d’Erba (Como) in via Manzoni 33. Dal 1950 al 1960 frequenta corsi di pittura e scultura a Como e a Milano. La sua attività espositiva inizia nel 1957 con l’associazione Belle Arti di Como. Pur operando nell’ambito della figurazione oggettiva, prende contatto con il gruppo degli astrattisti comaschi fra i quali ha avuto particolare rilievo Mario Radice. Nel 1967-1968 viene invitato al premio San Fedele di Milano, al quale partecipa con opere concretiste che già potevano appartenere alla corrente Madì movimento al quale aderirà negli anni 90 su invito di Anna Canali. Le sue prime opere inoggettive vengono realizzate nel 1966, segue un’intensa attività espositiva in mostre nazionali ed internazionali. La sua prima mostra personale viene allestita nell’anno 1970 alla galleria “Il Giorno” di Milano con la presentazione di Mario Radice. Superato l’astrattismo classico, nel 1977 è scelta la linea come elemento base sia in pittura che nella scultura. Una linearità poetica che si trasforma in tempo, sovrapposizione, continuità, profondità: da cui emergono figure geometriche rigorose e al tempo stesso aperte. Nel 1992 entra a far parte del gruppo Madì internazionale creando forme più dinamiche; da allora partecipa a tutte le manifestazioni nazionali ed internazionali programmate dal gruppo stesso. Sue opere si trovano nelle seguenti collezioni pubbliche:

Museo “Umbro Apollonio” San Martino di Lupari Padova,“Comune di Cernobbio “ Como,“Corriere della Provincia”Como, “Biblioteca Comunale di Como” Como,“Cassa Rurale ed Artigiana” Carate Brianza Milano,“Comune di Anzano del Parco” Como,“Museo d’arte moderna fondazione Pagani” Legnano Castellanza Varese,“Comune Nova Milanese” Milano,“ Civica Galleria d’arte moderna” Gallarate Varese,“Museo Madì” Maubeuge Francia, “ Museo Bargellini” Pieve Di Cento Bologna,“Macla” Museo de Arte Contemporanea Latinoamericana,La Plata, Argentina, “Mobile Madì Meseum International” Budapest Ungheria, “ The Madì Museum & Gallerj” Dallas, Usa, “Museu Madi” Sobral,Brasile,” Contemporarj Art Center Gianfranco Bonomi” Brescia,“Museo Mondriaanhuis” Amersfoort, Olanda, “ Museo Satoru-Sato” Tomè, Giappone.


De 1950 à 1960 fréquente des cours de peinture et sculpture à Côme et Milan. Il commence à exposer en 1957 avec l’Association des Beaux-Arts de Côme.

« J’ai découvert le mouvement en 1990 à la galerie Arte Struktura de Milan, dirigée par Anna Canali. Avec MADI j’étais confirmé dans mes propres recherches. J’avais déjà réalisé de nombreuses sculptures mobiles à la fin des années 60, aussi connaissant le mouvement MADI je ne pouvais que me reconnaître en lui et m’enthousiasmer de découvrir que d’autres artistes avaient des affinités avec mes travaux. »